Montagne vicino Viterbo, percorsi per passeggiate

percorsi trekking viterbo tuscia

Il territorio della Tuscia, che comprende Viterbo e le sue zone limitrofe, è ricco di percorsi naturali in cui si inseriscono con armonia monumenti e sentieri che serpeggiano nel bosco e portano a chiese antiche. Le strade di montagna si aprono su panorami ampi e verdeggianti. In questa guida indichiamo quali sono i più interessanti sentieri montuosi particolarmente indicati per fare passeggiate ed esplorare l’area di Viterbo.

Parco dei cinque sensi

Si trova nel territorio di Vitorchiano. Si tratta di un parco dedicato alla scoperta, o riscoperta, dei cinque sensi. In molti decidono, per esempio, di percorrerlo a piedi nudi, per sperimentare il contatto diretto con la terra e con la forza che emana. Lungo il percorso sono posizionate alcune cassette per stimolare l’olfatto, che contengono gli odori della natura. Si trovano poi anche vasche colme di argilla, fango o legni in cui è possibile immergere completamente i piedi, per entrare a contatto con la materialità della natura stessa. Oltre a passeggiare a piedi nudi nel parco, si possono fare molte altre attività tra cui la cottura del pane, della pizza, organizzare un barbecue e un pic-nic. La visita viene proposta da una guida ambientale che vi aiuterà a scoprire ogni singola meraviglia sul percorso.

A pilgrim’s way

Questo percorso porta dalla cittadina di Bolsena fino a Montefiascone, per una lunghezza di 17,7 chilometri. Il territorio è molto bello ed alterna percorsi vista lago a uliveti e boschi freschissimi, che risalgono il crinale. Il sentiero deve il nome al fatto di essere una sezione della via Francigena, l’antica strada medioevale che conduceva i pellegrini fino a Roma. Lungo il tragitto si avvertono suggestioni spirituali e si può rimanere affascinati dai luoghi di raccoglimento e di preghiera.

La Quercia- Monte Cimino

Percorso impegnativo di 34 chilometri, parte dalla località La Quercia, vicino Viterbo, e si estende fino ad arrivate al monte Cimino. Il percorso, come dicevamo, non è affatto semplice ma vale la pena perché consente di fate una vera full immersion nella natura.

Selva del Lamone- Sentiero di Rosa Crepante

Il sentiero attraversa il parco naturale del Lamone, assolutamente unico e incontaminato. Secondo gli escursionisti più esperti è addirittura più interessante della Foresta del Circeo, forse più famosa. Il sentiero è consigliato per tutti perché non particolarmente accidentato. La passeggiata ha una lunghezza di circa tre e mezza. Il dislivello non supera i cento metri di altezza. Dentro alla selva del Lamone c’è la possibilità di vedere molte zone e percorrere sentieri di versi da quello principale Ciò che conta è recarsi al Punto Informazioni alla partenza e richiedere la cartina sulla potrete trovare indicata ogni alternativa.

Percorso ad anello dell’Oasi WWF Monumento Naturale Pian S. Angelo

Si tratta di un percorso ad anello nell’Oasi WWF Monumento Naturale Pian S. Angelo. Il percorso non è dotato di segnaletica, ma è necessario rivolgersi direttamente al personale WWF presente nel parcheggio del parco stesso. Lungo il tragitto troverete boschi di querce e macchie mediterranee ricchissime di erica, le vie cave dei falischi e un acquedotto del quarto secolo A.C.

Autore dell'articolo: Tuscia Turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *