Castagnole Viterbesi

Castagnole Viterbesi

Le castagnole sono un dolce tipico del periodo di Carnevale, durante il quale le pasticcerie viterbesi sono piene di questo dolce così gustoso. Ma se siete amanti della cucina potete adoperarvi per fare le vostre castagnole a casa. Dovrete impastare e poi friggerle in olio bollente, oppure se preferite potete optare per la cottura in forno.

Le castagnole possono essere semplici o farcite a piacere, con cioccolata, crema, ricotta o marmellata. Anche la copertura varia a seconda dei gusti, dal classico zucchero semolato (non a velo), al miele d’arancia per arrivare anche al liquore anice o alchermes.

Vediamo ora quali sono gli ingredienti e la prepazione.


Ingredienti per le castagnole viterbesi

– 4 cucchiai di zucchero;
– 4 uova;
– 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
– 4 cucchiai di latte;
– buccia grattugiata di un limone
– zucchero;
– farina quanto basta;
– mezza cartina di lievito;
– olio per friggere;
– liquori per bagnare le castagnole (rhum, alchermes o anice).

Lavorare le uova con lo zucchero e aggiungere lentamente l’olio extravergine di oliva, il lievito, la buccia di limone grattugiata, il latte e la farina fino ad ottenere un impasto consistente. Aiutatevi nella lavorazione utilizzando una terrina dai bordi molto alti.

Per capire se avete raggiunto la consistenza giusto fate la prova del cucchiaio, ovvero prendere un po’ dell’impasto con il cucchiaio e versatelo nella terrina, se la consistenza è corretta questo non deve sgocciolare.

Dopo aver lavorato correttamente l’impasto è il momento di friggere in olio bollente. L’olio deve essere molto caldo ma la fiamma non troppo alta, altrimenti andrete a bruciare le castagnole.

Al fine di dare la forma sferica alle castagnole aiutatevi con due cucchiai e poi immergete la pastella nell’olio, circa 4-5 cucchiai per ogni giro di frittura. Roteando la padella con l’olio aiuterete a dare la forma sferica all’impasto.

La cottura ideale dovrebbe durare circa 5 minuti avendo cura di roteare la padella e ogni tanto allontanala dal fuoco per evitare che la castagnola si bruci e non si cuocia all’interno.

Dopo averle fritte dovrete avere cura di lasciarle asciugare su carta assorbente da cucina e solo successivamente potrete completarle l’opera con una spolverata di zucchero semolato o liquore.

Buon appetito!

Autore dell'articolo: Tuscia Turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *