Spezzatino d’agnello a bujone

buglione agnello

Il Bujone o Buglione sta ad indicare un insieme disordinato e nel caso dello spezzatino d’agnello indica più in generale la cottura in casseruola insieme a tutti gli altri ingredienti. Si tratta di un piatto molto conosciuto, uno stufato d’agnello cotto lentamente e consumato prevalentemente nel periodo di Pasqua quando è possibile trovare i giovani agnelli di circa 4-5 settimane.

Parte fondamentale del procedimento che vedremo subito di seguito nel dettaglio è la marinatura a base di vino e aromi come rosmarino, cipolla, salvia, carota sedano ed aceto. La marinatura servirà per attenuare il sapore forte dell’agnello. Consigliamo di marinarlo per una notte intera e il mattino seguente procedere alla preparazione e cottura.

Ingredienti per l’agnello alla Bujona:
– 1 kg di agnello,
– aglio,
– salvia,
– rosmarino,
– peperoncino,
– pomodori pelati,
– vino bianco,
– olio extravergine di oliva,
– sale,
– pepe.

Se avete eseguito la marinatura sicuramente il vostro agnello sarà già tagliato, quindi a questo punto dovrete solo lavarlo con cura e da parte preparare un soffritto di olio extravergine di oliva con due spicchi di aglio senza buccia e senza anima, un rametto di rosmarino, una foglia di salvia e del peperoncino.

Quando l’aglio avrà preso colore aggiungete i pezzi di agnello e fateli rosolare per qualche minuto avendo cura di versare un bicchiere di vino e successivamente coprire la pentola.

Quando il vino si sarà asciugato potete unire i pomodori pelati e due bicchieri di acqua calda continuando la cottura per una ventina di minuti circa, senza mai scoprire la pentola. Per evitare che l’agnello si attacchi al fondo vi consiglio di agitare la pentola.

A cottura ultimamente potete servire l’agnello come una zuppa accompagnandolo con delle fette spesse di pane tostato.

 

Autore dell'articolo: Tuscia Turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *